Bilancio consolidato: obbligo di comunicazione alla banca dati della Pa da tutti i Comuni

pexels-photo-209224
Con un comunicato reso noto nell’area riservata del portale della Banca dati delle Pubbliche amministrazioni, il ministero dell’Economia e delle Finanze ha posto a carico degli enti che non approveranno il consolidato 2016 l’onere di trasmettere specifiche delibere dalle quali si evince l’esonero dall’adempimento.
Per gli enti con popolazione non superiore a 5.000 abitanti, l’articolo 233-bis del Tuel prevede la possibilità di non predisporre il bilancio consolidato fino all’esercizio 2017. Per gli enti tenuti ad approvare il consolidato, il Dm 12 maggio 2016 impone l’obbligo di trasmettere il file xbrl con le informazioni di riferimento.
In tutti i casi il termine per procedere all’invio è il 30 ottobre 2017, ovvero 30 giorni successivi alla scadenza per l’approvazione del consolidato (e non 30 giorni dalla data di approvazione della delibera tardiva).

Per saperne di più “Bilancio consolidato, comunicazione alla banca dati della Pa anche per i piccoli Comuni esclusi dall’obbligo